mercoledì 16 marzo 2016

Traduzione letterale o comprensibile??

Facendo ricerche sulle prime traduzioni della Bibbia,
mi sono ritrovato su wikipedia,
le parole di qualcuno che di traduzioni se ne intendeva.
San Gerolamo autore della Vulgata,
la prima traduzione organica della BIbbia,
dagli originali greci e aramaici,
rispondendo a chi gli chiedeva come comportarsi nelle traduzioni afferma:

« Io, infatti, non solo ammetto,
ma proclamo liberamente che
nel tradurre i testi greci,
a parte le Sacre Scritture,
dove anche l'ordine delle parole è un mistero,
non rendo la parola con la parola,
ma il senso con il senso.
Ho come maestro di questo procedimento Cicerone,
che tradusse il Protagora di Platone, l'Economico di Senofonte
e le due bellissime orazioni che Eschine e Demostene
scrissero l'uno contro l'altro (…).
Anche Orazio poi, uomo acuto e dotto,
nell'Ars poetica
dà questi stessi precetti al traduttore colto:
"Non ti curerai di rendere parola per parola,
come un traduttore fedele
" »
(Epistulae 57, 5, trad. R. Palla)

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per la partecipazione. Risponderò appena possibile.