martedì 14 dicembre 2010

italiano antico

La curiosità è un'ottima motivazione per l'apprendimento e sviscerare una ricetta in italiano antico per capirla, trasformarla e realizzarla è un ottimo modo per mantenere alta l'attenzione:

salsa per vivande

la ricetta semplice e antica, tratta da "L'economia del cittadino in villa"
di Vincenzo Tanara, Venezia 1661.
(Reperibile in google libri)

Ecco l'originale:
Con pane abbruscato, fatto bollire in una pignatta con vino rosso,
mosto cotto, e un poco d'aceto, poi passato,
e incorporato con speciarie, pepe, zafferanno,
farai altra peverata da servirsi nel sudetto modo e anche
per le vivande de' giorni da magro.


Prima di tutto, mettiamo tutto in italiano attuale.

Con pane tostato, fatto bollire in una pentola con vino rosso,
mosto cotto, e un poco d'aceto, poi passato,
e incorporato con spezie, pepe, zafferanno,
farai altra salsa piccante da servirsi come detto prima (con la carne)
e anche per le vivande de' giorni da magro (cioè senza carne).

Vediamo di renderla pratica:

Prendi del pane raffermo,
lo metti in forno per 10 minuti,
lo sbricioli,
lo metti in una pentola con un bicchiere di vino,
e un po' d'aceto,
lo fai cuocere fino ad assorbire il vino,
mescoli per bene
per farne una pastella e poi
incorpori pepe, zafferano, noce moscata ed altro,
nella quantità che desideri.

Si usa fredda sul lesso o su verdure cotte.

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per la partecipazione. Risponderò appena possibile.